Autore / 11th marzo, 2014 / Natura / Nessun commento

“Le Saline di Trapani” rappresentano ancora oggi un paesaggio incantato dominato dai mulini a vento, alcuni del ‘500 sono stati completamente restaurati nei loro ingranaggi in legno, utilizzati per la lavorazione del sale marino.

Paesaggio unico e vario in ogni momento dell’anno! La raccolta del sale si esegue da giugno a settembre, durante tutto l’inverno i cumuli di sale bianchissimo sono ricoperti da grandi trapezi di tegole, mentre da marzo a maggio iniziano le fasi di coltura. Nella riserva è ospitato il Museo del Sale che espone le attrezzature tipiche dell’attività della silicoltura e diversi pannelli illustrativi sul funzionamento delle saline. Il museo è aperto tutto l’anno. Quindi perché non venire a visitarlo e al contempo respirare aria salubre?


Lascia un Commento

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code